Estrattori a freddo VS centrifughe

Estrattori a freddo VS centrifughe

Noi tutti sappiamo che il succo appena spremuto è meglio di qualsiasi concentrato che si trova al supermercato, ma in che misura il tipo di estrattore influenza la qualità dei nutrienti che ingeriamo nel nostro organismo? Esistono due tipi principali di estrattori sul mercato: le centrifughe e gli estrattori a freddo. Sebbene entrambi producano succhi appena spremuti, funzionano agli estremi opposti dello spettro della salute.

 

Come funzionano le centrifughe?

Le centrifughe esistono da molti anni e sono gli estrattori elettrici più comuni presenti nelle case di tutto il mondo. Più convenienti di un estrattore a freddo, sono vendute in tutto il mondo presso i rivenditori al dettaglio e i centri commerciali.
Per estrarre il succo le centrifughe utilizzano lame interne che compiono fino a 30.000 rotazioni al minuto. Questo fa sì che venga pompata aria tra gli ingredienti causando una prematura ossidazione. Le lame tagliuzzano la frutta e la verdura in micro particelle esponendole all’aria e compromettendone i valori nutritivi. La maggior parte delle centrifughe elimina i rifiuti in un contenitore esterno mentre la polpa si attacca alle parti interne della macchina.

Il succo estratto da una centrifuga

L’elevata velocità e il calore generato dalle lame compromette i nutrienti e gli enzimi vivi contenuti nella frutta e negli ortaggi. Di conseguenza, il succo ha un aspetto pallido e la polpa inizia a separarsi subito. Una volta separati, gli enzimi, i nutrienti e i minerali vitali contenuti nella frutta e nella verdura esauriscono la loro vitalità a causa della prematura ossidazione avvenuta durante la fase di estrazione. Il centrifugato, quindi, deve essere bevuto subito dopo essere estratto dalla centrifuga.

 

Come funzionano gli estrattori di succo a freddo?

Gli estrattori di succo a freddo (detti anche masticatori) sono disponibili sul mercato fin dal 1934, ma sono diventati un elettrodomestico diffuso solo negli ultimi dieci anni. I masticatori estraggono il succo frantumando e spremendo gli ingredienti gentilmente. In questo modo gli enzimi, i nutrienti e i minerali vitali rimangono intatti. Questo metodo di estrazione è ancora considerato il migliore del mondo. Infatti, alcune ricerche indipendenti mostrano che un estrattore di succo a freddo trattiene il doppio di nutrienti rispetto alla centrifuga.

Il succo estratto da un masticatore a freddo

Molte persone attente alla salute preferiscono gli estrattori a freddo alle centrifughe perché funzionano ad una velocità e con una temperatura inferiori. Con gli estrattori a freddo, il cestello gira lentamente a 75-160 rotazioni al minuto (RPM). Poiché gli estrattori a freddo non fanno ossidare i nutrienti presenti nella frutta e nella verdura, il succo ottenuto è più puro. Alcuni estrattori a freddo sono dei robot da cucina completi con cui si possono preparare creme alle nocciole, sorbetti, gelati alla frutta frozen, hummus, pappe bio per neonati ricche di enzimi, pesti e pasta.

 

In conclusione: qual è meglio?

Entrambe le macchine consentono di estrarre succo da frutta e verdura. Tuttavia, quando si decide di comprare un estrattore, è importante essere informati.
Quando decidete di acquistare un estrattore è importante sceglierne uno adatto al vostro stile di vita e alle vostre esigenze. Gli estrattori a freddo sono testati ed è dimostrato che estraggono la maggior quantità di nutrienti ed enzimi rispetto a qualsiasi centrifuga sul mercato.
Gli estrattori a freddo presentano alcuni elementi di design che costringono l’utilizzatore ad essere più attento nel preparare il succo. Una fessura per versare gli ingredienti più piccola rispetto a quella della centrifuga implica che la frutta e la verdura dovranno essere tagliati in tocchetti più piccoli con un conseguente maggior dispendio di tempo.
Le persone, inoltre, tendono ad associare il succo appena spremuto con il tipo che si trova al supermercato, ma non si tratta della stessa cosa!

Innanzitutto gli estrattori a freddo producono un succo con una consistenza più densa perché contiene più polpa. Ad alcuni piace bere il succo così denso mentre per quelli a cui non piace basta filtrarlo.

Un estrattore di succo a freddo inoltre presenta numerosi benefici:

il succo estratto con un masticatore a freddo è “vivo” in quanto mantiene la sua integrità nutrizionale per 48-72 ore dall’estrazione;
gli estrattori a freddo non producono nessuno scarto e sono un elettrodomestico molto versatile in cucina: oltre a bere il succo appena estratto, si può utilizzare la polpa per concimare, cucinare o nutrire gli animali domestici;
le parti sono facili da rimuovere e i tempi necessari per la pulizia sono significativamente ridotti rispetto alle centrifughe;
dati i bassi RPM del motore, gli estrattori a freddo sono notevolmente più silenziosi delle centrifughe;
esistono alcuni modelli sul mercato talmente versatili che possono essere utilizzati per preparare creme alle nocciole, pappe per neonati, pasta e grissini;
i produttori in generale forniscono garanzie più lunghe sugli estrattori a freddo perché la loro aspettativa di vita è molto più longeva e le parti sono studiate per durare di più.

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *