Gelato al mirtillo

Gelato al mirtillo

Avete voglia di uno spuntino leggero, dolce e dalla consistenza cremosa? Noi sì, per questo abbiamo provato a preparare il gelato con l’aiuto del nostro estrattore di succhi.

Il risultato è una merenda perfetta, personalizzabile e soprattutto sana!

 

Ingredienti:

mirtilli neri
un cucchiaio di yogurt bianco

 

Preparazione:

Spremete con l’estrattore i mirtilli, ricavandone il Succo Vivo. Aggiungete quindi lo yogurt bianco, mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Riponete tutto in congelatore, tirate fuori la miscela dal congelatore ogni due ore e raschiatela con una forchetta in modo da ottenere una consistenza più fluida.

 

Consigli: Se volete un gelato più dolce aggiungete un cucchiaio di miele al posto dello yogurt; per una consistenza più cremosa, aggiungete al composto del latte condensato. Potete guarnire con noci o nocciole e il vostro dessert sarà più gustoso e croccante. Provatelo anche con frutta secca a piacere!

 

Secondo alcune recenti ricerche effettuate negli Stati Uniti, il mirtillo sarebbe dotato di un enorme quantitativo di sostanze antiossidanti, in grado quindi di prevenire patologie cardiovascolari, proteggere dai tumori e addirittura ritardare il naturale processo di invecchiamento. Dunque ha una doppia utilità: da una parte rappresenta una fonte di alimento, dall’altra viene utilizzato come medicamento.

Il mirtillo nero è un frutto particolarmente ricco di acido folico (una vitamina molto importante per le varie numerose funzioni che svolge) e contiene tannini e glucosidi antocianici, i quali oltre a dare al frutto il suo caratteristico colore riducono la permeabilità dei capillari e ne rafforzano la struttura. Le antocianine inoltre, presenti in grandi quantità, rafforzano il tessuto connettivo che sostiene i vasi sanguigni e ne migliorano l’elasticità ed il tono. Riescono in tal modo a svolgere un’azione antiemorragica nonché contro i radicali liberi. Tutte questa sostanze poi favoriscono e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica, migliorando la vista specialmente la sera, quando c’è poca luce.

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *