Succo di mela e zenzero

Succo di mela e zenzero

Oggi ci siamo informati sulle proprietà dello zenzero, un ingrediente che abbiamo utilizzato già in altre ricette. Basta spremere assieme a frutta e verdura una minima quantità di zenzero fresco e i nostri succhi acquistano sapore e salute. Non sapevamo fosse così incredibilmente utile, ecco di seguito alcune interessanti informazioni che abbiamo raccolto.

Ricerche recenti hanno messo in evidenza le qualità antiossidanti dello zenzero, oltre che le proprietà antitumorali; esso infatti avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon retto. Inoltre possiede un effetto termogenico, ossia produce calore e fa bruciare calorie. Ciò lo rende adatto per chi vuole dimagrire, purché usato nell’ambito di una dieta equilibrata.

Sapete cos’altro sa fare lo zenzero? È aromatizzante, aperitivo, digestivo (favorisce soprattutto la digestione di carboidrati e proteine), stimolante, antireumatico. Elimina i gas intestinali, migliora la circolazione sanguigna e allevia il mal di denti e il mal di testa. È efficace nell’affaticamento e nelle sindromi da perdita di memoria (usato regolarmente come condimento). Può essere adoperato per favorire la crescita della flora batterica intestinale e contrastare così colite, stitichezza e diarrea. È utile per combattere la nausea, in particolare quella dovuta ai viaggi (mal d’auto, mal di mare,…) e alla gravidanza. Anche i crampi provocati da dolori di stomaco o da dolori muscolari sono alleviati dal consumo regolare di questa spezia. In cucina lo si adopera soprattutto in polvere; per sfruttarne al meglio tutte le proprietà però è consigliabile consumarlo fresco.

 

Il succo che vi consigliamo oggi abbina le proprietà antiossidanti della mela a quelle toniche e stimolanti dello zenzero.

 

Ingredienti:

4 mele

10 cm di zenzero fresco

 

Consigli: potete sostituire le mele con le pere, per un succo ancor più dolce, oppure a piacere potete aggiungere anche qualche foglia di menta, per un gusto ancor più fresco!

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *